19 aprile 2017

Mauro Corona, sulla vita.

La nostra vita non è improntata all’azione, ma alla reazione rispetto a ciò che ci è successo o modelli che abbiamo subito. Per questo ogni giorno perdiamo un’occasione per essere felici. E allora non perdete tempo, siate voi stessi fino in fondo. Scegliete. Il romanzo della vostra vita è uno e nessuna casa editrice ve lo ristamperà.

Mauro Corona

2017 | 04 | 19 Letta qui.

Mauro Corona, sulla lealtà e sulla responsabilità delle proprie scelte.

La lealtà è molto importante, io sto bene quando sento che di una persona mi posso fidare. Ma mi riferisco anche alla lealtà verso noi stessi. Bisogna avere il coraggio di prendersi sempre la responsabilità delle proprie scelte, e sapere che spesso ad ogni nostra gioia corrisponde una delusione altrui.
Mauro Corona
2017 | 04 | 19 – Letta qui 

13 aprile 2017

Luca Pilolli e Roberta Giallorenzi, sul pensiero, l'azione ed i risultati.

Se solo pensiamo non otteniamo nessuno risultato concreto.
Se solo agiamo senza pensiero strategico otteniamo risultati senza saperli correggere in modo efficace.
Pensiero + Azione + Riflessione + RiAzione = Risultati incrementali.
Luca Pilolli
2017 | 04 | 13
Completamento e miglioramento cibernetico e strategico dell’aforisma: “il pensiero uccide l’azione“.
Roberta Giallorenzi ha aggiunto:

Se agiamo senza pensiero non otteniamo nessun risultato efficace. Se agiamo senza pensiero strategico otteniamo risultati non misurabili e non migliorabili. Pensiero + azione + strategia + consapevolezza = riadattamento dell’azione e miglioramento del risultato.
L’azione senza pensiero programmato uccide il miglioramento.
Pensiero programmato inteso come pensiero strategico.

05 aprile 2017

Luca Pilolli, sul saper aspettare.

Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai nuotare verso di te il tuo amico.

Luca Pilolli

2017 | 04 | 05 – oggi ho scritto questa frase, traendo spunto e parafrasano la famosa frase di Confucio:
“Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico.”
parafrasandola in versione semiseria e in chiave diversa cioè in riferimento all’arte di saper mandare dei semi di saggezza ai propri amici, e saper aspettare il tempo necessario perché questi attecchiscano e producano i loro frutti.