21 marzo 2011

Friedrich Nietzsche, sull'aspetto intelligente.

Un individuo che pensa molto, e con intelligenza,
ha non solo un viso, ma anche un corpo d’aspetto intelligente.
Friedrich Nietzsche.

Letta il 21/03/2011

Friedrich Nietzsche

20 marzo 2011

Thorsten Havener, sulla responsabilità

Ripetiti soltanto:
le cose sono quelle che sono.

Se non avrai pregiudizi, riuscirai meglio a riconoscere le cose per come sono veramente, e non per ciò che vorresti, ma non puoi avere.

Assumiti sempre la responsabilità,
senza attribuirla alle circostanze esterne.

Se cerchi dentro di te le cause di una certa situazione, invece di addossare ad altri la colpa di quello che ti accade, e riuscirai a tenere tra le mani le fila del destino

Thorsten Havener.  Mentalist.

(Tratto e in parte parafrasato dal libro “So quel che pensi”)



Lette il 20/03/2011


Leonardo da Vinci, sull'uomo e sulla percezione.

L’uomo medio guarda senza vedere, ode senza ascoltare, tocca senza percepire, mangia senza gustare, si muove senza essere cosciente dei suoi spostamenti né del suo corpo, respira senza percepire gli odori e parla senza prima pensare.
Leonardo da Vinci.

Leonardo da Vinci
Luca Pilolli, letto il 20/03/2011 nel libro “So cosa Pensi” di Thorsten Havener.
Buffo che debba leggere un tedesco per scoprire questo aforisma di Leonardo da Vinci.

19 marzo 2011

Henry Ford, sul pensare di saper fare o meno.

Non importa che pensiate di saper fare o non saper fare qualcosa, comunque avete ragione.
Henry Ford

Letta il 19/03/2011

Henry Ford

15 marzo 2011

Aforisma, sulle dispute con i clienti

Nessuno ha mai vinto una disputa con un cliente, se si è molto bravi si riesce a perderla.

Letta il 15/03/2011

11 marzo 2011

Sulle attività e sulle priorità.

Organizzate le attività importanti secondo le priorità, perché quelle marginali, non importanti, se la caveranno benissimo da sole.

Letta 11/03/2011 Luca Pilolli

Aforisma sul pensare e sul parlare

Chi parla bene pensa bene, e chi pensa bene parla anche meglio.

Letta il 11/03/2011

09 marzo 2011

Aforisma sulla priorità.

Organizzate le attività importanti secondo le priorità, perché quelle marginali, non importanti, se la caveranno benissimo da sole.

Letta il 09/03/2011