28 gennaio 2015

Daniel Goleman, Maxwell Maltz, e Luca Pilolli, riflessioni sulle abitudini ed il contesto.

«La nostra mente contiene innumerevoli idee, ricordi e potenziali associazioni che attendono di essere fatte, ma la probabilità che l’idea corretta si colleghi con il ricordo pertinente all’interno del contesto adeguato – e che tutto questo finisca sotto il riflettore dell’attenzione – diminuisce in modo drastico quando siamo iperconcentrati o, all’opposto, quando siamo troppo bombardati dalle distrazioni.»
Daniel Goleman
2015 | 01 | 28 – Luca: Oggi  mi stupivo perché tornando in un certo contesto, può essere facile ricadere in vecchie abitudini. A tal riguardo  Roberta mi ha citato oggi questa frase di Daniel Goleman dopo che ho scritto questo:

“leggevo anche in Psico-Cibernetica di Maxwell Maltz come certe abitudini siano legate ai luoghi e alle persone (nella mente e nelle retroazioni)”
perché è coerente con la frase:
non è forte la mente che con il pensiero cerca di migliorare se stessa,
ma è forte la mente che con le azioni migliora il proprio pensiero
e di conseguenza il successivo agire.
E le retroazioni sono appunto come interagiamo nel contesto.
[14:27:46] Luca Pilolli

0 commenti:

Posta un commento