14 maggio 2012

Albert Einstein, tratto da perché la guerra.

Com'è possibile che la massa si lasci infiammare fino al furore e al sacrificio di se? E’ possibile una sola risposta. L’uomo alberga dentro di se un bisogno di odiare e distruggere. Ora in tempi normali l’inclinazione rimane latente, ma in circostanze eccezionali viene alla luce e diventa una vera e propria psicosi collettiva. Qui è forse il nocciolo del fatale complesso di fattori che costituisce un enigma che potrebbe essere risolto solo da colui che sia esperto della conoscenza degli istinti umani.
(30 luglio 1932, perché la guerra di Einstein)

Albert Einstein
Letta il 14/05/2012 - Luca Pilolli

0 commenti:

Posta un commento